pegmatiti

Pegmatiti

Caratteristiche della Pegmatite

Le pegmatiti sono le più nobili tra le rocce ignee, quelle in cui si concentrano tutti i cristalli più grandi e i minerali più rari quando un’intrusione raggiunge le fasi finali di cristallizzazione. Le formazioni di pegmatite sono in genere piccoli affioramenti circolari o lenticolari non più grandi di una casa e sono la fonte delle gemme più belle ed i minerali più preziosi.

Le pegmatiti sono forse le più affascinanti rocce della terra. Nessun’altra formazione rocciosa contiene una tale varietà di spettacolari cristalli. In esse sono stati rinvenuti i più grandi cristalli naturali anche i granuli medi nelle pegmatiti non sono solo chiaramente visibili come nel granito a grana grossa, ma addirittura voluminosi almeno della dimensione di un pompelmo. Alcuni cristalli di pegmatite sono veramente giganteschi. Si trovano spesso cristalli di Berillo e di tormalina grandi come un piccolo tronco, mentre un cristallo di spudumene trovato in una pegmatite nel South Dakota negli Stati Uniti aveva le gigantesche dimensioni di 13 m. Le pegmatiti sono anche fonte di una straordinaria gamma di minerali aperta parentesi più di 550 tipi diversi chiusa parentesi e di moltissime gemme. Oltre al favoloso topazio e al meraviglioso Granato, nelle pegmatiti si trovano le pietre preziose di tutte le varietà del Berillo (acquamarina, Morganite, Eliodoro), di tutte le tormalina rosa (rosa, verde e l’Elbaite multicolore) e di tutti gli spudumeni (kunzite e Hiddenite).

Riconoscimento:

Le pegmatiti sono immediatamente riconoscibili dai loro cristalli giganti. La cosa più difficile da individuare è quali siano i singoli cristalli al loro interno e di che tipo. I grandi cristalli color crema o rosa sono di solito feldspato, i bianchi cristalli zuccherini possono essere quarzo, quelli striati a righe marroni mica e quelli neri tormalina. Più colorati sono i cristalli più i minerali che li compongono sono rari.

Pegmatite

Formazione delle pegmatiti

Le pegmatiti di solito si formano ai margini di una grande Plutone raggruppandosi sulla sua superficie o affondando come vita nella massa o ancora proiettandosi all’esterno nella roccia circostante. Di tanto in tanto si trovano nelle sacche della roccia, completamente separate dall’intrusione che le ha generate. Si pensa che le pegmatiti si formino nelle ultime fasi della cristallizzazione di un’intrusione quando il corpo principale della roccia si è formato, la maggior parte dei minerali comuni si è già cristallizzata, lasciando solo piccole sacche da riempire per creare le pegmatiti. La materia fusa in cui si generano e ricca non solo di elementi rari come boro e fluoro, ma anche di liquidi volatili e di una grande quantità di acqua. È questo alto contenuto d’acqua che permette cristalli nelle pegmatiti di diventare così grandi, poiché durante la fusione aumenta notevolmente la mobilità delle particelle che possono viaggiare più lontano e più veloci incorporandosi nei cristalli. Normalmente i cristalli di grandi dimensioni si formano solo quando i magmi si raffreddano molto lentamente, ma l’acqua ci indica come cristalli davvero enormi crescano rapidamente a temperature non superiori a 100 – 200° le pegmatiti possono formarsi in qualsiasi tipo di intrusione ignea sebbene la maggior parte si formi nei graniti.

Pegmatiti Pegmatite

Possono essere suddivise in semplici e complesse: quelle semplice presentano una grande una grana molto grossa più o meno equivalente a quella della rocce in cui si formano, costituita dalle stesse tre componenti basiche e da un po’ di tormalina. Quelle complesse si formano in un momento successivo e hanno una maggiore concentrazione di minerali rari il litio, per esempio, si trova di solito in concentrazioni di 30 ppm, ma nelle pegmatiti complesse la concentrazione può raggiungere oltre 700 ppm. Le pegmatiti complesse sono di solito caratterizzate da zone sature assai complesse, con il granito grafico da una parte la tormalina dall’altra e così via. Spesso crivellati di cavità aperte esse sono la fonte dei più preziosi e spettacolari cristalli.

Isola d’Elba: l’estremità occidentale dell’isola d’Elba e piena di pegmatiti, come la varietà denominata Elbaite che prende il nome proprio dall’isola.